Seguici su

Una nuova ala per la Cra di Fidenza e investimenti per 10 milioni di euro su tutto il Distretto

Cos'è

Il prossimo 2 aprile arriverà in Consiglio d’amministrazione il Piano triennale degli investimenti 2019-21 di ASP “Distretto di Fidenza”, che significa: la costruzione di una nuova ala per la Casa residenza anziani “Città di Fidenza”, la creazione di nuovi alloggi per anziani non autosufficienti nel Pensionato Albergo di Fidenza, la nuova Cra di Salsomaggiore, la nuova Casa della Salute di Fontanellato. Intanto a Noceto sono cominciati i lavori di ristrutturazione della Casa residenza anziani “Pavesi Borsi”; a Roccabianca sono in corso i sopralluoghi alla “Don Domenico Gottofredi”; mentre per il “Dagnini” di Zibello è stato approvato il progetto di interventi e si sta lavorando alla gara d’appalto. Un piano quello dell’azienda pubblica di servizi alla persona di via Berenini che, tra gli interventi già eseguiti e quelli in via di realizzazione, vale 10 milioni di euro di investimenti su tutto il territorio del Distretto (11 comuni per 105mila abitanti).
“La più importante novità del Piano triennale degli investimenti – afferma il Presidente di ASP “Distretto di Fidenza” Massimiliano Franzoni – è la costruzione della nuova ala della Cra Città di Fidenza per una spesa di circa 2 milioni di euro e la realizzazione di 15 posti per anziani non autosufficienti con un ulteriore investimento di circa 600 mila euro. Si tratta di interventi che avranno un effetto positivo sulla riduzione delle liste d’attesa e che vanno nella direzione indicata dalle necessità che le nostre comunità ci hanno manifestato. Nella nuova Cra di Fidenza, infatti, abbiamo previsto anche cinque posti per le cure intermedie di pazienti anziani che, superata la fase acuta del ricovero ospedaliero, hanno ancora bisogno di assistenza sanitaria intensiva prima di tornare a casa”.
L’obiettivo dichiarato è consentire alle persone di tornare a vivere nel luogo in cui si trovano meglio: la propria abitazione. Senza ricorrere al ricovero in Cra quando non necessario. Per questa ragione, oltre a investimenti mirati sulle strutture, ASP “Distretto di Fidenza” ha avviato servizi che puntano a sostenere le famiglie nel loro quotidiano e favoriscono la domiciliarità. “Lo Sportello badanti lavora da due anni per dare alle famiglie del distretto un aiuto concreto e, oggi, promuove anche un percorso formativo per assistenti familiari. Lo scopo è dare competenze di qualità alle persone che stanno al fianco di anziani e famiglie – continua Franzoni -. Nel comune di Fidenza abbiamo registrato un significativo aumento di tutto il complesso delle attività del Servizio di Assistenza domiciliare. Stiamo partendo con il servizio di assistenza “leggero” che affianca alle prestazioni sanitarie del servizio ordinario, prestazioni di sostegno alle piccole necessità del quotidiano come la spesa. È la conferma che la direzione intrapresa è quella giusta”.